Applica la neuroscienza alla tua efficacia di coach

di Flaminia Fazi

“Devi imparare non solo l’arte di ascoltare la tua testa, devi anche diventare un maestro nell’ascolto del tuo cuore e della la tua pancia.” Carly Fiorina

A volte quando inizio un percorso di coaching, anche se il coachee è motivato a farlo, arriva un momento in cui mi sento dire: “ma io sono fatto così!”, oppure “ormai alla mia età cosa ci posso fare?”. Nessuno di noi è “fatto” in un modo che non si può modificare, anzi siamo costantemente in continua trasformazione, sia da un punto di vista cellulare che da un punto di vista neuronale. L’avanzamento delle ricerche in neuroscienze ci sta dando continue rassicurazioni sul fatto che nel nostro sistema si continuano a produrre nuove sinapsi e nuove cellule neuronali, e non solo intorno ai cinquant’anni con una produzione intensiva ma durante tutto il corso della nostra vita.

Inoltre, le più recenti scoperte nel campo delle neuroscienze convalidano ciò che molte antiche tradizioni spirituali affermano da oltre 2500 anni: abbiamo almeno tre intelligenze o “cervelli” che operano in continua sinergia nel nostro corpo. Una rete neuronale complessa in perenne evoluzione, in grado di gestire dati in autonomia non solo nella testa, ma anche nell’area del cuore e nella pancia. Per alcune persone l’idea di avere tre cervelli può essere impegnativa. Ma è stato ormai dimostrato che questi “cervelli” o intelligenze stabiliscono connessioni, conservano memorie e influenzano le nostre decisioni e comportamenti.

Hai mai pensato al modo in cui prendi le tue decisioni?

Cosa succede quando hai poco tempo, ti lasci guidare dalla ragione o dall’intuito?

Quando perdi il controllo, quale parte del tuo corpo – “cervello” – sta prendendo il sopravvento?

Si è scoperto, con un importante contributo della psicologia positiva e del modellamento comportamentale, che ognuna di queste reti è specializzata in ambiti diversi e presenta competenze specifiche accessibili utilizzando un’appropriata comunicazione. Quando uno o più dei nostri cervelli non sono allineati, possono emergere conflitti interni, situazioni di stress, decisioni inefficaci e infelicità. Grazie al lavoro ed alla ricerca di Marvin Oka e Grant Soosalu, oggi è possibile accedere facilmente all’apprendimento di tecniche che ci permettono di sfruttare al massimo la sinergia di queste intelligenze, approfondendo la conoscenza e la pratica del mBraining che integra le scoperte delle neuroscienze con modelli ed esercizi mirati a far dialogare in armonia le nostre intelligenze ed a fornire massima efficacia ed equilibrio personale. mBraining fornisce il processo per allineare i nostri tre cervelli e realizzare così risultati desiderati portando le persone a livelli di massima consapevolezza ed efficacia.

Le mBIT (Tecniche di Integrazione delle Intelligenze Multiple) consentono di entrare in contatto con i nostri cervelli, ascoltarne i messaggi e farli operare sinergicamente per raggiungere un allineamento completo e risolvere i conflitti. Un metodo ideato attraverso il sapiente utilizzo di efficaci metodologie come la PNL, di cui ne espande il modello, e sviluppando scientificamente ciò che sappiamo già sul cervello cognitivo, integrando i cervelli emotivi e somatici.

Le tecniche mBIT anche a servizio del coaching

Le tecniche mBIT possono essere declinate per dare ai coach degli straordinari strumenti di lavoro, per accompagnare i propri clienti in un percorso straordinario di sviluppo e allineamento interno. Sia a livello personale, sia quando si lavora in coaching con un cliente, si incontrano situazioni in cui i semplici strumenti di coaching non sembrano essere particolarmente efficaci, tipo:

  • Conflitti interni tra pensieri, emozioni e azioni
  • Resistenza all’azione o sabotaggio dei propri desideri, obiettivi e piani
  • Pratica di comportamenti o abitudini indesiderati senza comprenderne le motivazioni, e difficoltà a creare nuovi
  • Difficoltà nel prendere le decisioni e incapacità nel motivare se stessi all’azione
  • Sentimenti di disempowerment dovuti allo stress, alla frustrazione e alla lotta per equilibrare la propria vita
  • Incapacità di esprimere le proprie potenzialità semplicemente per ottenere di più.

MBIT Coach Certification: un’esperienza di apprendimento e trasformazione unica

Sono ormai diversi anni che approfondisco le Neuroscienze e mBraining e sperimento la straordinaria efficacia che offrono al mio coaching, permettendo ai miei clienti – in particolare agli executive che si trovano spesso davanti a decisioni molto delicate – di generare condizioni inattese e di importante impatto sulle aziende in cui lavorano.

In Italia sono stata la prima ad essere certificata come mBIT Coach, e continuo con le mie specializzazioni avendo finora conseguito anche quella di Trainer e di Master Coach.

Un percorso che è disponibile per chiunque si appassioni al mBraining, che è di dominio di tutti per volere dei suo sviluppatori, senza esclusive a nessuno e senza la creazione di elite o gruppi particolari, perchè Grant Soosalu intende contagiare con queste conoscenze e competenze tutto il mondo ed aggregare chiunque voglia arricchire il corpo teorico e tecnico del mBraining.

Per questa ragione ho deciso di diffondere il più possibile questi strumenti e di metterli a disposizione di colleghi ma anche di tutti coloro che sono interessati a conoscersi meglio e a funzionare con maggiore efficacia utilizzando al massimo il proprio potenziale.

Tutto accade in un corso di quattro giornate in cui ogni partecipante apprende con semplicità come funzionano i nostri tre cervelli (testa, cuore, pancia), il nostro sistema neurovegetativo, e con quali tecniche accompagnare se stessi, clienti ed interlocutori, nella propria evoluzione sfruttando appieno il potere generato dall’equilibrio e dall’integrazione di queste tre intelligenze.

Questa formazione è sicuramente strategica per coach professionisti, consulenti, formatori, educatori, dirigenti, manager, mentor e supervisor. Accresce la capacità di produrre risultati efficaci che possono essere raggiunti solo quando la testa, il cuore e pancia sono allineati e lavorano bene insieme.

Durante il corso si apprende a sfruttare la potenza dell’intuizione del cuore e della pancia e come questa metodologia semplifichi il processo di coaching per ottenere risultati più veloci, profondi, generativi e ripetibili.

Ciò che rende fantastico questo corso è che accelera l’efficacia personale e professionale attraverso l’utilizzo di queste nuove potenti tecniche, ed inserisce in un network professionale globale (28 paesi) attraverso il quale gli sviluppatori continuano ad aggiornare sulle costanti nuove scoperte delle neuroscienze che arricchiscono le pratiche e la conoscenza della comunità collaborativa di coach di cui si entra a far parte.

Quattro giorni di formazione entusiasmante dove si apprende a:

  • Vivere e agire con maggiore consapevolezza, intuizione ed intenzione
  • Gestire lo stress e le situazioni impegnative
  • Approfondire il modo in cui produciamo conflitti interni e come risolverli
  • Riconoscere e interpretare le lingue del tuo cuore, della pancia e della testa e portare una maggiore saggezza in tutti gli aspetti della vita, inclusi i rapporti personali.
  • Ottimizzare il processo decisionale e passare efficacemente all’azione

Per chi è interessato a partecipare alla formazione di primo livello, erogherò il corso mBIT Coach Certification – 28 crediti ACSTH sulle Core Competencies – prossimamente a:

  • Milano, dal 12 al 15 Luglio 2018
  • Roma, dal 13 al 16 Settembre 2018
  • Milano, dal 18 al 21 Ottobre 2018

Clicca qui per i dettagli del corso.

Vuoi iscriverti? Val al link

Oppure richiedi il modulo d’iscrizione dall’area contatti del sito www.u2coach.it

Tutti gli articoli

Cosa ho imparato che influenzerà il mio 2018

di Flaminia Fazi

Dimensionare il “sogno” E’ pratica diffusa tra i coach ed i motivatori ricordare alle persone quanto sia importante “sognare in grande” per poter realizzare i propri desideri. E’ un buon consiglio per tutti coloro che non osano neanche sognare, o per coloro che sognano troppo…

leggi di più

Shhh silenzio!

di Flaminia Fazi

Quante volte abbiamo desiderato di fuggire dal rumore quotidiano? Per farlo non occorre isolarsi chissà dove: è sufficiente trovare uno spazio personale che ci permette di chiudere il mondo fuori dalla porta per alleviare stress e tensioni. Coltivare silenzio, almeno per un’ora al giorno, è…

leggi di più